Ribolla Gialla

Angoris

GRAPE VARIETY

Ribolla Gialla 100% – DOC Friuli Colli Orientali

SOILS PROFILE

Ponca (marna eocenica).

VINIFICATION

After the cold maceration, the fermentation of the must takes place at a controlled temperature for 10 days.
Then the wine is left to rest 8 months in stainless steel tanks and is then aged in the bottle for a month.

Ribolla Gialla Angoris Perfetta

TASTING PROFILE

Pale straw yellow with greenish hues.
Fine and floral, peach, apricot, lemon, herbaceous aroma and minerals.
Soft, elegant, balanced, creamy, fruity and with strong acidity and minerality.

FOOD PAIRING

San Daniele Ham, raw fish, vegetarian dishes, soups, fish pasta dishes.
Serving temperature 10 – 12 °C

Awards

Bibenda

Vinibuoni d’Italia

Gilbert & Gaillard

Luca Maroni

DOC Friuli Colli Orientali & DOC Collio

15 hectares of vineyards are located in the hills of the DOC Friuli Colli Orientali area along 4 different south-east facing slopes, on the historical cru “Stabili della Rocca”. The soil here is the typical ponca: a mix of carbonate-rich mudstone and clays, that is the marl originated in the Eocene epoch.

In the DOC Collio area, 5 hectares of vineyards stretch in the south-facing slopes of the hills located in the “Ronco Antico” cru. They sit in a perfect natural amphitheater, surrounded and protected by the natural reserve of Plessiva.

The Angoris line reflects the features that made Friulian wines famous worldwide. White wines are typically bold, pleasant, mineral and with intense fragrances, while red wines have a more spicy note, with earthy taste and an enchanting complexity.

Noi lo adoriamo con:

FRITTO MISTO DI PESCE

Prendete le triglie, sciacquatele sotto l’acqua corrente e utilizzando delle forbici eliminate la parte della pancia con le interiora. Sciacquatele nuovamente e tenetele da parte. Ripetete la stessa operazione per i merluzzetti, per le alici e le cepole invece basterà solo sciacquarle. Passate ora ai calamari. Staccate il mantello dalla testa ed eliminate la penna di cartilagine interna. Lavate il mantello sotto l’acqua corrente ripulendolo dalle interiora. Fate una leggera incisione e tirate via la pelle utilizzando un coltellino. Lavate nuovamente i calamari sotto l’acqua, incidete poi le pinne per separarle dal mantello e tagliate il resto ad anelli. Riprendete la parte dei tentacoli e utilizzando un coltello eliminate la parte degli occhi; poi spingendo con le dita in fuori eliminate anche il becco contenuto al centro dei tentacoli.

Sciacquate anche i gamberi sotto l’acqua. Quando tutti i pesci saranno puliti potrete passare alla frittura. Scaldate abbondante olio in un tegame, dovrà raggiungere una temperatura di 180-190°; misuratela con un termometro da cucina. Nel frattempo versate la semola in un contenitore basso e largo. Quando l’olio sarà arrivato a temperatura infarinate completamente i merluzzetti.

Eliminate la semola in eccesso ed immergeteli uno per volta nell’olio bollente. Infarinate anche le triglie e friggete anche queste insieme ai merluzzetti. Aspettate 3-4 minuti e quando saranno ben dorati scolateli e trasferiteli su un vassoio che avrete foderato con la carta paglia. Infarinate poi anche i calamari e utilizzando un colino eliminate l’eccesso di farina scuotendolo. Friggete anche questi per pochi minuti fino a che non saranno dorati e trasferiteli accanto agli altri pesci.

Infarinate poi le alici e togliete l’eccesso di semola come appena fatto. Immergete anche queste nell’olio. Poi infarinate anche le cepole e friggetele insieme alle alici. Aspettate un paio di minuti e quando saranno ben dorate scolate anche queste e trasferitele sul vassoio con la carta paglia.

Ora occupatevi dei gamberi. Passateli nella semola e immergeteli nell’olio caldo. Aspettate circa 1 minuto e quando saranno dorati scolate anche questi, trasferiteli sul vassoio insieme agli altri pesci. Decorate con spicchi di limone e servite il fritto di mare misto ancora caldo. Buon appetito!