Ribolla Gialla

Villa Locatelli

VITIGNO

Ribolla Gialla 100% – DOC Friuli Isonzo

TERRITORIO

Pianura con terreni poco calcarei, ricchi di argille nobili amalgamate con ghiaie rosse.

VINIFICAZIONE

Dopo una breve macerazione a freddo, la fermentazione del mosto avviene a temperatura controllata.
Successivamente il vino viene fatto riposare per 5 mesi in contenitori in acciaio inox.

Villa Locatelli Ribolla Gialla Bottle SITO 7

CARATTERISTICHE ORGANOLETTICHE

Giallo paglierino con riflessi verdolini.
Aromi delicati e floreali di acacia, limone e sentori di erbe aromatiche.
Al gusto è fresco ed equilibrato, croccante, sapido e con spiccate acidità e mineralità.

ABBINAMENTI

Si abbina perfettamente a Prosciutto San Daniele, pesce crudo, crostacei, piatti vegetariani, primi di pesce, frico con patate.
Temperatura di servizio 10 – 12 °C

DOC Friuli Isonzo

Il corpo aziendale della Tenuta di Angoris si trova alle porte di Cormons, in questa zona DOC che prende il nome dal fiume Isonzo che la attraversa pochi chilometri più a sud. Inseriti in un mosaico di terreni coltivati e boschi, 55 ettari attorno all’azienda sono coltivati a vigneto: terreni poco calcarei e ricchi di argille nobili amalgamate con ghiaie rosse, un’area che è conosciuta come una delle zone del Friuli più secca e alquanto calda per la produzione vitivinicola.

Villa Locatelli è una linea dinamica, adatta ad ogni vostra occasione, in perfetta sintonia con la freschezza e la vivacità tipiche dei vini prodotti nella DOC Friuli Isonzo.

Noi lo adoriamo con:

SPAGHETTI CON ASTICE IN BELLAVISTA

Per preparare questo primo piatto di mare di grande effetto e al contempo molto gustoso, incominciate con la pulizia dell’astice. Prendete gli astici e con un coltello divideteli a metĂ  per la lunghezza, poi rompete le pareti delle chele con l’aiuto di uno schiaccianoci, in modo che la carne contenuta in esse rilasci i liquidi saporiti, tritate finemente lo scalogno e fatelo rosolare in una padella antiaderente con l’olio e gli spicchi d’aglio in camicia; quando l’aglio sarĂ  dorato, toglietelo con delle pinze da cucina e adagiate gli astici in padella, facendoli saltare per 3-4 minuti. Sfumate con il vino bianco e fate cuocere a fuoco moderato per 2 minuti, quindi aggiungete la passata di pomodoro che dovrĂ  essere piuttosto densa. Cuocete per altri 4-5 minuti, facendo asciugare il sugo e rigirando di tanto in tanto gli astici per una cottura uniforme.

Quando gli astici saranno pronti, toglieteli dal fuoco e metteteli su un tagliere; prolungate la cottura del sugo di pomodoro di altri 15 minuti, regolando di sale e pepe. Nel frattempo, ponete sul fuoco una pentola con abbondante acqua salata che vi servirà per la cottura della pasta. Quando l’acqua avrà sfiorato il bollore, fate cuocere gli spaghetti al dente. Scolate la pasta e aggiungetela al sugo, mescolando bene con una spatola o con un cucchiaio di legno.

Tagliate la polpa dell’astice a tocchetti, poi con un coltello tagliate le chele e prelevate la polpa in esse contenuta con un cucchiaino conservando la corazza per la presentazione finale. Aggiungete la polpa, tenendone da parte una piccola quantità per decorare il piatto, e fate saltare gli spaghetti con il condimento per 2 minuti. Infine spegnete e aggiungete il prezzemolo tritato finemente agli spaghetti.

Una volta pronti, con l’aiuto di un coppapasta ponete gli spaghetti in un piatto da portata: potete guarnire con l’astice e la polpa che avete tenuto da parte e a questo punto non vi resterà che godervi questa bontà!