Il Collio Bianco 2010 è stato premiato quale migliore uvaggio bianco per questa prima edizione del premio.
La premiazione ha avuto luogo domenica 28 ottobre nel corso di una cerimonia inserita all’interno della manifestazione “Jazz&Wine of Peace Festival 2012″: Claudia Locatelli ha ricevuto il premio dalle mani di Mirko bellini, direttore dell’Ersa, alla presenza del sindaco di Cormòns, Luciano Patat, e del presidente del Circolo Culturale Controtempo, Claudio Corrà.
Il Collio Bianco 2010 Angoris è stato valutato rigorosamente alla cieca assieme ad altri 50 vini da una prima commissione alcune settimane, e mercoledì 24 ottobre è stato riassaggiato assieme agli altri 14 finalisti da una seconda commissione presieduta da Daniele Cernilli, giornalista e critico enogastronomico, e composta da: Mario Busso (ViniBuoni d’Italia), Fabio Giavedoni (Slowine), Giampaolo Gravina (Guida vini Espresso), Carlo Macchi (www.winesurf.it), Roberto Rodrigues (Associazione Sommelier del Brasile) e Alessandro Scorsone(sommelier a Palazzo Chigi).

Vi riportiamo una breve descrizione firmata da Daniele Cernilli (Presidente di entrambe le commissioni della selezione): «Il Collio Bianco 2010 di Angoris si è aggiudicato il premio come migliore bianco da uvaggio. Si tratta di una piccola selezione di appena 3.000 bottiglie, ottenuta da un vigneto di soli un ettaro e mezzo collocato in località Ronco Antico, nel Collio Goriziano. Viti vecchie di oltre vent’anni, con una presenza di Friulano per il 60%, Sauvignon per il 30% e Malvasia Istriana per il 10%. Vinificazione in acciaio e stazionamento del vino sui propri lieviti per 10 mesi, prima di un periodo di quattro mesi di affinamento in bottiglia. Il risultato è un bianco sorprendente, dal colore dorato chiaro e dai profumi complessi, fruttati ma anche minerali. Agile e fresco all’assaggio, elegante, sapido, di ottima persistenza. Ha letteralmente incantato la commissione giudicatrice.»